de:code

Far sentire la nostra voce: intervista a Francesco Settembre

di Nicola Peruzzi

Ciao Francesco. Cominciamo con la classica domanda iniziale. Vorresti presentarti ai nostri lettori?

Da sempre appassionato di fumetti, nel 2000 ho iniziato a vendere su internet, prima su E-Bazar (chi se lo ricorda?), poi su un mio sito, per pagarmi gli studi. Dal 2002, le prime mostre.
Dal 2003, dopo il servizio militare, il negozio [Antani Comics di Terni, n.d.r.>...
In pochi anni ho partecipato a quaranta mostre, organizzandone una (Narnia Fumetto, che si farà anche quest´anno con Panini e Bonelli, e questo è uno scoop in anteprima), oltre a portare circa venti autori nel mio negozio.

Ne esce il ritratto di uno che si è sempre dato un gran da fare per la propria passione. L´idea di creare una sorta di ”rete” tra le fumetterie, una specie di collaborazione, è sempre stato un tuo pallino, se non sbaglio. Ricordo che tempo addietro avevi tentato di organizzare una sorta di ”notte bianca delle fumetterie”, idea originale che purtroppo non si è mai realizzata.

Purtroppo fu un fallimento annunciato: fu come proporre una convivenza ad una ragazza con cui non sei mai neanche uscito! Ora, qualcosa del genere si potrà fare: il 5 maggio c´è il Free Comic Book Day, mentre - e questo è un altro scoop - a Narnia Fumetto (magari già dal 2007) stiamo pensando di organizzare un ”premio delleb fumetterie”... Vediamo cosa nascerà!

Come nasce Afui?

Insoddisfazione da parte nostra. Quando arrivi a fine giornata e vedi che hai fatto un grande incasso, ma poi fai i conti con gli scarsi margini, quando ”rischi” su qualche titolo, e ti va male, quando un cliente ti ordina qualcosa che arriva dopo un anno (!), ti rendi conto che non abbiamo voce in capitolo.
E che... è per colpa nostra, visto che non siamo mai (o quasi) riusciti ad organizzarci!

Che cos´è di preciso l´Afui, quali sono gli scopi che si prefigge e cosa pensi di ottenere creando un´associazione simile?

Il primo obiettivo è già raggiunto: riunirci in un luogo (il forum, ma abbiamo già fatto una riunione fisica, presto ne faremo un´altra), e parlare dei nostri problemi, scambiandoci soluzioni. A me, personalmente, è servito per rivedere il ”contratto” di abbonamento che faccio a negozio, e per darmi nuove regole. È uno stimolo.
In secundis: per creare una associazione che si ponga come interlocutore coi distributori, per far sentire la nostra voce. Credo che, alla lunga, possa servire anche ai distributori stessi.

Come giudichi la situazione delle fumetterie al giorno d´oggi?

Drammatica. Il mercato è in ripresa, per una serie di motivi, ma i nostri rapporti coi distributori sono - passami il paragone - come quelli col padrone di una miniera di fine ottocento. Non abbiamo potere contrattuale, dobbiamo sottostare a regole che non possiamo minimamente discutere. E le nostre proposte, cadono nel vuoto.

Potresti farci alcuni esempi per chiarificare questa situazione?

Esempio? La possibilità di fare delle rese.
Le librerie le fanno, ed hanno mediamente degli sconti di poco inferiori ai nostri. Ma non hanno necessità di contendersi i clienti con gli sconti, come facciamo noi.
Quindi: dateci le rese! Costa farle? Ci sobbarchiamo noi parte del lavoro e voi coprite la vostra parte con una diminuzione di sconto, una sorta di penale. Non ce le volete dare? Ok, allora alzate gli sconti!
Allegati da edicola: come vendo il 100% di Ghost, se è uscito PRIMA e A MENO in edicola? Perché non posso prenderlo anche io in quel formato? Lo stesso dicasi per il ”capolavoro” (ehm...) di Manara ”46”: esce cartonato, dopo neanche sei mesi te lo trovi ad un settimo del prezzo in edicola... mah!
Poi un dato pratico: se vendo 1000 euro di fumetti, tolto il costo degli stessi, ed uno sconto del 10%, mi rimangono in mano circa 200 euro. Con questi 200, devo: pagare l´affitto, le bollette, eventuali dipendenti, coprire il costo dei fumetti invenduti, e guadagnarci! Non è un po´ dura, dato l´investimento iniziale?
Un´altra ”piccolezza”: possibile che le serie che vengono sospese o rimandate non abbiano segnalazioni? Che io debba leggere le novità in uscita su questo o quel sito piuttosto che su una newsletter ufficiale?

Quanti membri conta l´associazione? E chi, se è possibile saperlo?

Ecco la lista degli aderenti, che è in continua crescita.
- Gianfranco Loriga, Loriga Fumetti, Cagliari
- Francesco Settembre, Antani Comics, Terni
- Roberto Palaia, Fumettopoli, Reggio Calabria
- Adelaide Sardiello, Mox Fumetteria, Francavilla F.na (Br.)
- Daniele Pignatelli, Comic House, Sarzana (SP)
- Federico Bertelli & Andrea Morandin, Panstore, Padova;
- Raffaele De Fazio, Clerks, Napoli
- Dario Vallati, Rock ´n´ Comics, Pavia
- Salvatore Rizzuto Adelfio - Altroquando Palermo
- Max Favatano, Mondi Sommersi, Lecce
- Juri Leo, L´Angolo del Fumetto, Lecce
- Luca Secci, Karalis Fumetti, Ivrea (TO)
- Emiliano Longobardi, Libreria Azuni, Sassari

Si fa sempre un gran parlare di autori ed editori, sembra interessante guardare ogni tanto anche a chi i fumetti li vende, oltre che a chi li fa, per avere un´idea dell´intera catena di montaggio. Come pensi che possa cambiare il panorama delle fumetterie rispetto a come è adesso?

Me lo chiedo anche io, quando frequento le mostre, tipo Lucca. Editori ed autori contentissimi, organizzatori in visibilio. Ma... qualcuno ci ha chiesto dei problemi che abbiamo avuto noi espositori? L´autore arriva e fa tre disegni e ventuno autografi, l´editore ha chi gli scarica (di solito). Noi facciamo scale, stiamo al freddo dentro lo stand (i nostri non sono riscaldati o chiusi come altri), noi parliamo col pubblico e sentiamo cosa pensa. E, su Lucca, che è stata comunque ottima, abbiamo sentito molti ”ma”, che non vedo in previsione di correggere. Vediamo che succede...
Il panorama può cambiare se tutti gli anelli della ”catena alimentare” possono parlare e guardarsi, con la rispettiva forza contrattuale. E noi ne abbiamo molta, perché siamo NOI a comprare, PRIMA e PIU´ dei lettori...

Chi siamo
De:Coder
Interviste
Approfondimenti
Recensioni
Link utili
Contatti


I partecipanti all´incontro preliminare alla costituzione dell ´AFUI, tenutosi a Roma
Home Page del Forum dell´AFUI
Antani Comics, a Terni
Antani Comics, a Terni
Libreria Azuni, Sassari. Incontro con gli autori di Garret